S’MESH. LA SEDUTA CHE CI RIEMPIE DI ORGOGLIO

S’MESH. LA SEDUTA CHE CI RIEMPIE DI ORGOGLIO

Un filo d’acciaio si piega, intraprende un viaggio, crea uno spazio tridimensionale, un vuoto da riempire ad ogni meta del viaggio si arricchisce, accoglie altro in un abbraccio e diventa seduta. Non si ferma, altri obiettivi lo attendono. E’ una rete che si allarga e raggiunge luoghi molto lontani tra loro.

S’mesh è realizzata con uno schienale fatto di curve e controcurve che mantengono in tensione il tessuto, che la caratterizza, in modo che si adatti ergonomicamente alla schiena di chi la utilizza. Si monta e si smonta senza l’impiego di viti e può essere personalizzata in infiniti modi. Il Non. Concorso “Dress your Chair” organizzato presso la Fondazione Castiglioni, lo ha ampiamente dimostrato. Grazie al suo carattere innovativo S’mesh è stata selezionata dall’Adi Design Index nel 2016.

Utilizzata e amata da Archiproducts, viene adoperata durante i quotidiani workshops per via della sua notevole capacità di impilaggio (fino a 40 pezzi) e per la sua leggerezza e versatilità, capace di vestire ogni ambiente.

Disegnata dai nostri direttori artistici Basaglia e Rota Nodari è una seduta dall’irrinunciabile design minimal, qui in foto rappresentata con personalizzazione della rete operata da Viganò.